Gli scontri a Gerusalemme est : tutto come previsto!


Sto diventando vecchio e non mi ricordo a quale gruppo avevo raccontato che i prossimi problemi sarebbero arrivati da Gerusalemme est. Eccoci ! Tutto va nella direzione che anche  le persone di poca intelligenza avevano previsto! Oggi l’aria di Gerusalemme era davvero pesa e non soltanto perchè il cielo era pieno di fumo nero, il fumo dei copertoni bruciati per protesta contro l’uccisione di un giovane a Silwan, ma anche perchè il clima sta diventando sempre più caldo. Riflettendo su tutto questo mi domando se Israele ha fatto bene i conti e se crede davvero che demolendo mezza Gerusalemme est ed occupando l’altra mezza possa ottenere sicurezza e pace oppure se questo servirà soltanto per buttare ulteriore benzina sul fuoco che brucia sotto uno strato piccolo piccolo di cenere? Io credo che otterrà soltanto lo scatenamento di ulteriore rabbia e ulteriore violenza e chissà di una possibile terza intifada che però sarebbe devastante per tutti. Israele compreso! E allora mi domando : perchè continuare a provocare, a distruggere, ad uccidere, ad umiliare l’altro ? Non ci sono altre strade? Perchè non le vogliamo provare a percorrere tutti insieme? E’ proprio questo che mi preoccupa: in questo conflitto o se ne esce tutti insieme oppure non ne uscirà nessuno vincitore. E allora proviamo a costruire un futuro per tutti senza escludere nessuno, togliendo l’occupazione e tentando di vivere insieme…potrebbe essere la vera svolta della storia di anni e anni di conflitto!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Gli scontri a Gerusalemme est : tutto come previsto!

  1. Frère Dominique ha detto:

    Cher Ami ,
    En vertu de l’Evangile le rôle du baptisé et encore plus du prêtre et du religieux est de travailler à construire la paix par tous les moyens . Aussi se lamenter sur les tristesses de cette région et sur les malheurs du temps n’a rien de constructif mais plutôt alimente la haine entre les peuples . cela fait reculer la cause de la paix . Les occidentaux qui ne comprennent pas grand chose dans ces rivalités complexes prennent partie pour le côté qui les attirent . Ce qui n’est pas évangélique . Il faut agir autrement .
    Nous les chrétiens nous avons un unique drapeau : c’est celui de la charité et non le drapeau palestinien ou israélien , et un unique message l’Evangile pour tous les peuples . Nous les prêtres et religieux nous ne sommes pas sur terre pour faire de la politique mais pour annoncer et vivre l’amour du Christ et sa miséricorde infinie pour chaque homme.
    fraternellement . Fr.Dominique .

  2. LAURA ha detto:

    ti auguro sempre di vedere solo i fuochi d’artificio ma dalla scorsa settimana ad oggi leggendo le tue pubblicazioni non mi sembra ci sia tanto da sperare….per fortuna che almeno tu riesci a tener duro…..

  3. Giuliana ha detto:

    Questo dipinto sul muro di una officina a Betlemme mi ricorda le grosse contraddizioni che esistono nella Terra Santa. Tutti dobbiamo operarci affinchè cessino le tante ingiustizie manifeste. Ognuno di noi ha un obbligo morale nei confronti di questa Terra e non fermarsi alle notizie che vengono divulgate dai media ufficiali. Ogni cristiano dovrebbe andare in Terra Santa e vedere con i propri occhi quello che accade oltre il muro e nelle strade della Palestina…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...