Sansepolcro – Gerusalemme, l’antico legame si riannoda…

Si è appena conclusa la splendida due giorni del Patriarca Mons. Fouad Twal nella diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro con una grande cena di circa 450 persone nell’Antico Borgo de’ Romolini. A mente e cuore caldo credo che siano stati due giorni incredibilmente intensi e belli. L’arcivescovo Mons. Fontana è stato grandioso , così come sono stati grandi tutti quelli che ci hanno accolto ovunque siamo andati!
La firma del gemellaggio tra le due diocesi è il primo passo per un cammino di fede e di speranza da fare insieme. Credo che le parole del Patriarca abbiano toccato i cuori di tanti e la commozione e la gioia di stare insieme è stato il comune denominatore di queste giornate in terra toscana. E’ stato bello vedere come tantissime persone amano in modo speciale la TerraSanta e come tantissimi amici che ci sono già stati ricordino quei luoghi con profondo affetto.
Io vorrei ringraziare il Signore per questo bel momento vissuto insieme al mio Patriarca ed al mio Vescovo “di casa”. Questo momento mi dà la carica di ripartire nonostante le notizie non siano delle migliori….per esempio quella delle feste dei coloni perchè la moratoria è in scadenza questa notte oppure quella della fucilazione di un ragazzo avvenuta a Gaza durante una manifestazione pacifica contro il muro. Non mi stuferò di ripetere che questo non porterà ne pace ne sicurezza per Israele. E allora che fare ? “Booohhhh” è la risposta ed è come mi rispondono sempre i soldati ai check point quando gli chiedo come fare per far finire questa situazione di pazzia!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Gemellaggi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sansepolcro – Gerusalemme, l’antico legame si riannoda…

  1. Giuliana ha detto:

    Io ne ho vissuta solo metà di giornate ma ci ho lasciato il cuore. Il Patriarca è stato davvero grande sia in cattedrale a Sansepolcro che la sera a cena. Una occasione in cui si sono gettate le fondamenta di un progetto importantissimo sia per la Terra Santa che per ciascun abitante di Sansepolcro. Ringrazio il Signore per questo evento e spero che cambino i venti che spirano minacciosi in questi giorni. A te, caro Abuna Mario, assicuro la mia preghiera per la tua proficua e preziosa opera laggiù in mezzo gente

  2. Giovanni e Aidi ha detto:

    Il Patriarca nel saluto finale dopo la cena conclusiva ha detto una cosa importante, sicuramente la più importante che ho sentito fra tutti gli interventi della domenica: “Che tutto di questo non rimanga soltanto un’emozione momentanea….” non credo si possa aggiungere altro. Grazie Mario

  3. Valentina ha detto:

    Per me che sono stata rapita dalla bellezza e dall’intensità delle pietre e delle pietre vive della Terrasanta, la giornata di ieri è stata davvero una benedizione!
    Io spero e prego affinché da questo gemellaggio nasca una vera collaborazione, spero e prego affinché ogni persona che ha partecipato all’ evento abbia oggi e sempre, il cuore infiammato da sentimenti di giustizia, di amore e di fratellanza e che ogni persona abbia compreso che la “situazione palestinese” ed il Medio Oriente non sono poi così lontani da noi!
    È stato bello conoscere il Patriarca ed è stato bello scoprire la sua semplicità e la sua umiltà, due qualità troppo spesso considerate debolezze!
    Ringrazio, quindi il Signore per aver aperto la mia mente al bene comune, non solo al “piccolo orticello” della mia vita, ringrazio il Signore perché ho avuto il dono di avere nella mia vita Abuna Mario che mi portato a conoscere la Terra che tanto amo, che mi fatto incontrare persone speciali, persone che continuano ad amare Dio dove è difficile perfino andare a messa e proclamarsi cristiano, persone che parlano e credono ancora nella giustizia in luogo in cui si può morire di un malore di fronte ad un check point bloccati per “motivi di sicurezza”mentre l’ auto avrebbe solo voluto raggiungere l’ospedale più vicino!
    Non dimentichiamo le parole del Patriarca e , per coloro che hanno visto con i propri occhi, non dimentichiamo i ns fratelli della Terrasanta, non dimentichiamo… e facciamo in modo che l’entusiasmo della giornata di ieri non si sopisca con il passare dei giorni, ricordiamoci che siamo figli di un solo Padre!
    Grazie amico mio speciale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...