Aggiornamenti da Haifa


Aggiornamenti da Haifa : ho parlato nel pomeriggio con le suore Carmelitane del santuario Stella Maris sulla cima del Carmelo. Mi dicono che da loro la situazione è sotto controllo. L’incendio si è sviluppato nella parte di montagna dietro il monastero. Abbastanza lontano. C’è grande calore e tanto fumo, quello sì e soprattutto c’è questo caldo e questa siccità che non cessa di dare tregua e che forse insieme alla incuranza e a qualche incapacità (ci sono polemiche furiose in Israele su questo….basta leggere il post di Paola Caridi per rendersi conto…) sono alla causa di questo disastro che ancora sta devastando le bellissime pinete del Carmelo.
La riflessione che vorrei condividere con voi è questa : come si può essere armati fino ai denti, avere gli ultimi modelli degli aerei da combattimento, spendere milioni e milioni per le ultime tecnologie di difesa da eventuali attacchi, ecc… e poi basta un pò di fuoco a mandare in tilt tutta la “difesa nazionale”???  Non ci sono Canadair per gettare acqua sul fuoco ??? Se in questi anni si fosse investito più su questi mezzi pacifici invece di spendere miliardi sui “droni” che gettano bombe al fosforo sulle persone umane e sulle città, forse si sarebbe potuta evitare questa tragedia ( sono tanti, troppi i 42 morti arsi vivi nel bus che si è capovolto!) e forse si potrebbero evitare tante altre tragedie…
Speriamo che almeno tutto questo serva a far ragionare i “capi” sull’importanza di investire non solo sulla guerra e sugli insediamenti ma anche su altre necessità sicuramente molto più importanti!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Aggiornamenti da Haifa

  1. Giovanni e Aidi ha detto:

    Apprendo con molto piacere le notizie relative alle nostre suore. Vorrei aggiungere una riflessione semplice semplice. Nell’incendio dei boschi del Carmelo sono morte, secondo i primi resoconti israeliani, 42 persone e molti sono rimasti feriti. Sono praticamente lo stesso bilancio dei morti israeliani provocati dagli scontri di Gaza (quelli Palestinesi sono stati migliaia) dal 2006 al 2009. Voglio aggiungere che ieri l’aviazione ed i carri armati israeliani hanno ucciso due miliziani di hamas a Gaza e voci autorevoli danno come molto probabile una nuova pesante offensiva militare nella Striscioa. Conclusione: se, come afferma Mario, il governo israeliano avesse acquistato alcuni Canadair al posto degli aerei da guerra, che sono oltretutto molto più costosi, quante vite di cittadini israeliani avrebbe salvato? E anche qualcuno dei fratelli palestinesi avrebbe potuto sopravvivere… Va a farglelo capire a quelle teste piene solo di boccoli! E così il destino della Terra Santa è ormai da secoli quello di piangere i suoi morti innocenti e quella salita, caro Mario, sembra farsi ogni giorno più dura. Il Signore sia con tutti voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...