Siamo razzisti oppure no ?

In questi giorni mi trovo ancora in Italia in attesa di rientrare a BetJala e mi viene da sorridere (per non piangere!) nel vedere che situazione il mio paese sta vivendo…ci sono troppo cose che non funzionano ma su di una vorrei fermarmi in particolare.
Oggi sul corriere.it esce questo servizio in cui ci dice che dobbiamo imparare da Brembate una lezione di civiltà….
Ma qualche giorno fà la situazione di Brembate non era proprio delle più civili. Ecco l’articolo che raccontava la reazione della gente (non tutti per fortuna ma la maggioranza sicuramente lo ha almeno pensato nel cuore…bravo invece il sindaco!).
Anche qui da me, in Toscana, in questi due giorni ho sentito gli stessi commenti duri e razzisti. E’ inutile nasconderlo ma sta crescendo fortissimo il razzismo nei confronti dello straniero, del diverso, dell’altro da me. Non voglio entrare in polemiche inutili anche per rispetto del dolore per questa vicenda, ma una raccomandazione a tutti mi sento di farla e qui non conta nulla essere di destra o di sinistra: stiamo attenti a questo scontro verso cui stiamo andando e verso cui ci stanno facendo precipitare perchè la pagheremo tutti. Proviamo a spendere le poche o tante energie che abbiamo nel denunciare chi vorrebbe metterci l’uno contro l’altro per fare i suoi sporchi comodi ed i propri interessi, proviamo ad incontrarci, proviamo a conoscerci meglio partendo dalla cultura, dalla lingua, dalla mentalità dell’altro…mi sembra che Gesù facesse questo…ha combattuto contro il dia-ballo, contro il divisore di questo mondo in modo molto chiaro e ci ha insegnato a vivere una nuova fraternità, indi per cui anche noi siamo chiamati a combattere contro chi cerca di dividere, contro chi cerca di dividerci! Ed allora almeno noi che ci diciamo cristiani diamo un vero esempio di civiltà, altrimenti che cristiani siamo ?

Oggi è la festa della Immacolata Concezione di Maria. Affidiamoci a Lei, madre di tutti e chiediamo il dono della pace, dell’unità e della concordia tra i popoli.
Buona festa a tutti, ma soprattutto a chi non crede possibile che nuovi cieli e terre nuove si possano già vivere qui, oggi e tutti insieme!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Siamo razzisti oppure no ?

  1. giuliana ha detto:

    Che nostalgia Abuna Mario. Durante la Messa, alla proclamazione del Vangelo, di oggi mi sono mentalmente catapultata nella grotta dell’Annunciazione, dove ha avuto inizio la storia della nostra salvezza! Che la Mamma del Cielo ci aiuti ad essere dei cristiani fino in fondo, testimoni della Verità.
    Per quello che riguarda il resto del tuo post, una parola è poca e due sono troppe. Spero che il Signore mi dia la forza di mantenere salda la mia testa e il mio pensiero, senza essere fagocitata dalla mentalità del mondo, sapientemente pilotata da demonio.
    A volte mi sembra di essere una extraterrestre che si chiede in che mondo incasinato stia vivendo. Ma la Speranza di un mondo migliore abita il mio cuore e mi dà occhi per vedere come è meglio vivere!
    Buon rientro al di là del muro e buon Natale Abuna! Possa il nostro cuore essere pronto e sgombro da egoismi e divisioni, per accogliere Colui che viene. 🙂

  2. Giovanni e Aidi ha detto:

    Caro Mario la Giuliana mi ha anticipato ma le sensazioni di stamattina sono le stesse. Ho chiuso gli occhi per un attimo e nella mia mente sono apparsi quei pochi resti della grotta dove la vita di Maria fu completamente stravolta. Quella giovane donna poco più che bambina, non esitò a lasciare ad altre le sue bambole per diventare la Madre dell’Uomo più importante che abbia attraversato la storia dell’umanità. La sua fede andò sicuramente aldilà della sua volontà e Le fece accettare di essere la Madre di colui che se non fosse stato figlio di Dio avrebbe potuto essere “suo figlio” per tutta la vita. Penso che occorra essere madri per poter capire la grandezza di una simile rinuncia, e sono certo che solo l’immensità del suo cuore Le abbia permesso di dedicare a Dio la cosa più preziosa. Anche Lei scelse la sua strada in salita!
    Quanto al razzismo degli italiani dico solo che l’inquilino del piano di sotto o di sopra a molti è antipatico e alcuni proprio non lo sopportano, indipendentemente dalla sua identità senza andare a cercare troppo in giro……

  3. Gian Carlo Bartoli ha detto:

    Carissimo Mario,
    come da altri interventi, anch’io sono rimasto colpito da quelle pietre della chiesa dell’Annunciazione, calpestate, forse, da quella Maria, insignificante agli occhi dei tanti, grande agli occhi di Dio. Dio non si é mostrato “razzista”, non ha badato se quella donna era o no ben vista. Così guardavano i nomadi, i tanti nomadi che erano nella scuola in cui ho lavorato tanti anni; oggi é il terzo anno che sono in pensione. Ogni colpa é sempre loro, se “Mio Figlio” non studia è colpa dei nomadi che sono in classe, se a “Mio Figlio” è sparito il cellulare (che ha ritrovato a casa nella cartella, ma nessuno lo deve sapere) é colpa dei nomadi. Se all’uscita guidata ci sono i nomadi e non c’é “chi li guarda” Mio Figlio non viene. E’ così. E mi fa tanto dolore quando oggi li incontro per strada e loro o i genitori mi corrono incontro e mi dicono “perchè sei andato in pensione…”. Non sono bestia rara e mi duole, anzichè farmi piacere, quando mi fanno questi complimenti. Per questo dico i fatti qui, non per farmi dire “bravo”, ma per dire che il razzismo é più vicino di quanto si creda, e non é luogo comune. Stesso ragionamento se al posto di “nomade” si mette il vocabolo “Romeno” “Albanese” ……… Buona fine della festa grande di Maria. Ciao

  4. ricceri giuseppe ha detto:

    Forse non ce lo siamo mai domandato, ma tutto quello che succede non può essere che la colpa sia di tutte le ingiustizie sociali in cui facciamo vivere il prossimo e tanti bambini che ogni giorno muoiono di fame o per malattia? A presto Abuna Mario. Un abbraccio a te ed a tutti quelli come te che ogni giorno lottano per ridare dignità a tanta gente dimenticata anche dalla nostra Fede.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...