Mi chiamo Yahyah…

“Ho 4 anni e sono l’ultimo Gesu’ Bambino arrivato nella Casa. Sono ancora molto serio ma sono convinto che tra poco il sorriso tornera’ nel mio volto anche grazie all’amore delle mamme suore. Ho tanto bisogno di amore. Non mi lancio al collo come Flipperino perche’ sono piu’ timido ma quando allargo le braccia ti voglio dire che e’ il momento per prendermi in braccio e coccolarmi”.

La famiglia sta’ crescendo e il sogno di allargare lo spazio della nostra casa sta’ diventando realta’ grazie alla Provvidenza che ancora una volta non finisce di stupirci. Abbiamo avuto la visita del nuovo Console Italiano, una persona straordinariamente sensibile ed attenta alle varie realta’ che ha preso a cuore la nostra opera. Inshallah riusciremo a chiudere il tetto prima del prossimo inverno ed a costruire il terzo piano per accogliere altri Gesu’ Bambini. In queste occasioni vediamo come Dio non ci ha abbandonato nonostante tutto il “contorno” faccia pensare il contrario. Sono quei momenti in cui riprendi fiato e la Speranza torna a scorrere nelle tue vene.

Nel Vangelo di oggi c’e’ uno degli insegnamenti piu’ belli di Gesu’ : “In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere»“.

Questa Parola l’abbiamo vissuta e sperimentata anche noi…la nostra casa e’ stata costruita grazie all’intervento pesante di alcuni ma soprattutto grazie ai tanti spiccioli di tante “vedove” di cui il Signore conosce i nomi e che Lui solo sapra’ ricompensare per tutto quanto hanno fatto!  Questa Parola ci invita anche a non tenere per noi nulla di quanto Dio ci ha donato. Ogni giorno, insieme alle nostre suore cerchiamo di donare tutta la nostra vita a chi ha piu’ bisogno, siano essi bambini o adulti, giovani o famiglie,  poveri o disperati. Ogni giorno, ALDILA’ del muro, il Signore ci ripete che non possiamo donare il superfluo ma che, pur nella nostra poverta’ umana e spirituale, possiamo e dobbiamo donare tutto!

A nome di YahYah , di Flipperino, di Rames, di tutti gli altri Gesu’ Bambini e delle nostre suore vi ringrazio di cuore per il sostegno spirituale e materiale che sempre ci avete dimostrato!   Dio vi benedica tutti !!!

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Mi chiamo Yahyah…

  1. giudig ha detto:

    Benvenuto Yahyah nella casa famiglia Ninos Dios di Betlemme. Sono certa che starei bene insieme agli altri e con l’amore materno delle suorine che si prodigano con tanto amore!
    Che bella notizia quella della copertura del tetto prima dell’inverno… Condivido in pieno la Parola di oggi e mentre la leggevo, stamani, la mia mente è ritornata fino a Betlemme.
    Ciao Abuna, dai un bacio ai bimbi quando passerai da loro e che Dio benedica tutti voi per quello che fate laggiù.
    Un saluto dal Borgo!
    Gigiù

  2. SIMONA ha detto:

    Che tenerezza, questi occhietti spauriti e disorientati racchiudono un enorme bisogno di Amore,la dolcezza delle “mamme”suore sapranno certo costruire la cornice a questo meraviglioso dipinto!!! Non vedo l’ora di conoscerlo ed interagire con lui…un abbraccio vi porto sempre sempre nel cuore. Simona

  3. Maria Teresa ha detto:

    Hai scritto con il cuore in mano e si sente! E’ importante non abbandonarsi agli eventi e sentire sempre Dio, perché è il nostro motore! Vi porto sempre nelle mie preghiere un abbraccione. Teresa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...