Una voce si ode da Gaza…

Ad Amman oggi piove. Come a Betlemme e come a Gerusalemme. In queste terre pero’ la pioggia e’ una benedizione e cosi’ abbiamo un ulteriore motivo per ringraziare Dio oltre a quello di aver fatto cessare la pioggia di bombardamenti su Gaza. Oggi parlando via skipe con le nostre suore ho rivisto il bel sorriso di Suor Risuscitata e questo mi ha riempito il cuore di gioia. Nei giorni scorsi era molto impaurita ma oggi mi raccontava che era felice anche perche’ era potuta uscire di nuovo da casa, insieme alle altre suore, per andare a visitare le famiglie cristiane. Lungo la strada hanno visto tanta devastazione. Cosi’ come hanno visto le case danneggiate dei nostri cristiani. Molte di queste non hanno piu’ vetri ne porte perche’ le bombe “intelligenti” sono cadute molto vicino. Ma nonostante questo, si ritengono miracolate di essere vive e ringraziano Dio dal profondo del cuore!  

Mi racconta Suor Raihna : “La fede dei nostri cristiani a Gaza ci ha edificato e ci ha fatto un gran bene. Sono davvero straordinari per come hanno vissuto e vivono questi continui bombardamenti ma forse e’ arrivato il momento di trovare una soluzione duratura e non soltanto una tregua che e’ gia’ stata violata da Israele qualche ora fa’”.

Come al solito pero’ la realta’ ci riporta con i piedi per terra e il ringraziamento dura poco e lascia di nuovo spazio alla indignazione!

Oggi Israele ha violato la tregua. Un contadino e’ stato ucciso ed altri 7 feriti soltanto perche’ andavano ai propri campi. Proprio ieri sera parlavamo di questo con alcuni amici italiani qui ad Amman e avevamo indovinato (come spesso succede) che Israele non avrebbe rispettato la tregua.

Immaginatevi se fosse successo il contrario….un israeliano ucciso e 7 feriti da un missile proveniente da Gaza…si sarebbe scatenato il finimondo…Pagliara e I suoi fratelli avrebbero gridato e urlato contro il terrore palestinese…invece soltanto poche righe e descritte come incidente, anzi Repubblica e’ da Oscar : descrive l’incidente come “una sparatoria tra soldati e contadini”….ridicoli…vergogna di nuovo e sempre su questi giornalisti meno che mediocri!!!

Fuori continua a piovere. Mentre a Gaza oggi non ha piovuto e cosi’ la pioggia non ha potuto lavare il sangue innocente sparso inutilmente. E dalla Striscia di Gaza si ode una voce, debole, ma che si sente anche da Amman. E’ la stessa di cui parla il libro della Genesi al capitolo 4 :  “Il Signore disse: «Che hai fatto? La voce del sangue di tuo fratello grida a me dalla terra. Ora tu sarai maledetto, scacciato lontano dalla terra che ha aperto la sua bocca per ricevere il sangue di tuo fratello dalla tua mano”.  Parola di Dio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Una voce si ode da Gaza…

  1. Tatiana Bokan ha detto:

    Rendiamo grazie a Dio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...