In attesa di Papa Francesco…

poster papa in Terrasanta

Ieri i parrocchiani di BetJala se li sono giocati a tombola mentre oggi i parrocchiani di Betlemme li hanno sorteggiati…sono i preziosissimi biglietti per assistere all’unica celebrazione eucaristica che Papa Francesco farà durante la sua breve visita in Terrasanta.

In questi giorni cresce l’amarezza e la delusione nei cuori dei cristiani perchè non riusciranno a vedere e nemmeno a pregare insieme al loro amatissimo Papa.

La piccola piazza della Natività potrà accogliere soltanto 9700 persone mentre le richieste per poter partecipare sono molte ma molte di più e questo ha costretto i parroci e i responsabili ad usare metodi non troppo consoni per la distribuzione dei preziosi pass.

E’ un peccato che questa visita crei nei cuori dei nostri fratelli cristiani tristezza e delusione quando invece dovrebbe portare gioia e felicità.

E non è semplice nemmeno rincuorarli con la spiegazione dell’importanza dello storico abbraccio che ci sarà con il Patriarca Bartolomeo anche perchè qui l’ecumenismo ( escluso nei luoghi santi) si vive nelle famiglie e la gente non dice io sono latino e tu ortodosso ma tutti dicono : Noi siamo CRISTIANI!

Ma se a Betlemme, BetJala e BetSahour si sono dovuti contendere i biglietti alla ruota della fortuna, ai cristiani di Gerusalemme non è andata meglio in quanto a loro non sarà concesso nemmeno di guardare dalla finestra della propria abitazione il passaggio del Papa.

Nella giornata di lunedì 26 in tutta la città è stato proclamato il coprifuoco e quindi nessuno potrà far festa al Papa che entrerà nella città vecchia.

C’è stata una protesta ufficiale da parte dei cristiani ma sembra che non ci sia nulla da fare contro la famosa “sicurezza” , nel cui nome tutto viene giustificato. Quella “sicurezza” che oramai è diventato l’unico dio al quale sacrificare tutto e di cui la nostra piccola comunità ne farà nuovamente le spese.

Papa Francesco entrerà in una città fantasma e non troverà nessun bambino a salutarlo, non incontrarà nessuna vecchietta che vorrà toccarlo, non potrà salutare nessun malato e nemmeno scambiare il suo zucchetto con qualche fraticello.

Proprio lui che ama salutare tutti, abbracciare, sorridere, parlare e andare incontro alla gente….chissà cosa penserà ma soprattuto chissà cosa dirà su tutto questo ? Siamo tutti curiosi…stay tuned !!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a In attesa di Papa Francesco…

  1. Giorgio groppo ha detto:

    Caro Abuna, ho sentito anch’io i malumori, anche per i troppi impegni politici a scapito dei fratelli cristiani.
    A proposito della sicurezza….nei giorni di Pasqua un poliziotto non lasciava più’ entrare nella Basilica del Santo Sepolcro, dopo una certa ora ( mi pare le 20 ! )

  2. Pingback: In attesa di Papa Francesco… | un INVITO... poi un VIAGGIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...