L’acquario di Casanova…

E’ il paradigma di questa situazione che viviamo. Tutte le volte che vedo questa scena mi viene in mente la nostra realtà : C’è un acquario dove il pesce più grosso sbrana quello più piccolo…
Credo sia abbastanza semplice per chi è venuto a vedere con i propri occhi la situazione pensare al conflitto isaeliano/palestinese guardando a questa “drammatica” scena. Cristianamente parlando non c’è dubbio che il cuore si muova a compassione per i piccoli pesciolini rossi terrorizzati ed in fuga dai grandi pescioloni predatori. Umanamente parlando è la stessa cosa.

Ed allora che possiamo fare? Nel caso in questione non credo che servirà spiegare ai pescioloni che forse sarebbe giusto dare la possibilità anche ai pesciolini di poter nuotare nell’acquario insieme…sono animali non potranno capire.
Mentre nel nostro caso si potrebbe spiegare ad Israele che forse è giusto dare la possibilità anche ai palestinesi di vivere almeno in un angolo di questa terra, di avere anche loro un piccolo stato dove poter essere liberi e autonomi…non sono animali perchè non vogliono capire?

Si parla di un prossimo riconoscimento a settembre dello Stato Palestinese…io credo che “salterà” tutto in aria, dato che sicuramente prima di settembre succederà qualcosa e scorrerà parecchio sangue. E questo “qualcosa” bloccherà tutto! In tanti ce lo stanno dicendo che succederà qualcosa e allora sotto a pregare!!! Chi vuole bene alla TerraSanta, chi vuole bene ai pesci, grandi e piccoli ma anche chi non gli vuole bene, faccia qualcosa finchè c’è acqua nella vasca!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’acquario di Casanova…

  1. Emanuela ha detto:

    L’acquario.. eppure mi ci sono soffermata ad osservarlo ma mica mi sono accorta che i pesci grossi mangiavano quelli piccoli! Ho pensato che forse è quello che accade alla gente che va in Israele e in Palestina: si osserva, si viaggia, si visita ma non ci si accorge della situazione, non la si coglie, nessuno ti fa capire… Meglio non mostrare quello che avviene, non far sapere…meglio che i turisti non capiscano. Tutto potrebbe passare inosservato. Io ho avuto la fortuna di incontrare la gente, i palestinesi e di capire, mi è stato spiegato tutto. Anche se non è facile capire come tutto ciò possa avvenire: è proprio come in quell’acquario. Grazie Mario! buona missione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...